Nel 2014 è iniziata per noi una bellissima avventura, che ancora oggi continua, dal nome Natural Recall. 

Un progetto internazionale di comunicazione grafica, dedicato al rapporto che unisce uomo e regno vegetale, nella convinzione che i due mondi siano da sempre destinati ad incrociarsi ed evolversi, e che ha coinvolto 84 creativi, provenienti da tutto il mondo, i quali hanno voluto raccontare le proprie affinità elettive con la natura, attraverso il loro personale linguaggio artistico. 

Il progetto, ideato e realizzato dagli studi Co.me di Treviso e GTower di Milano, è stato sostenuto sin dall’inizio da Favini, il quale ha fornito Crush, la gamma di carte ecologiche realizzate con sottoprodotti di lavorazioni agro-industriali che sostituiscono fino al 15% della cellulosa proveniente da albero. Per la prima volta i residui di agrumi, kiwi, mais, caffè, olive, nocciole, mandorle, ciliegie e lavanda diventano una materia prima nobile, dando vita ad una carta pregiata.

Proprio questa sua componente Green ha fatto di Crush il supporto ideale per le 42 opere selezionate ed esposte in mostra presso la Serra dei Giardini a Venezia, dal 22 novembre 2014 al 6 gennaio 2015. E su Crush abbiamo stampato il catalogo, che raccoglie queste opere, ed il calendario, di cui 13 di esse sono protagoniste, custodito in una preziosa cartella cucita a filo singer e realizzata recuperando le carte scartate durante gli avviamenti stampa, altrimenti destinate al macero, che hanno così acquistato nuova vita, generando un manufatto di alto pregio.

Ciò che ha spinto la nostra azienda a sostenere questo progetto e a prendervi parte attivamente sono stati non solo le sue caratteristiche Green e la qualità della squadra di lavoro, ma anche il desiderio di mettersi alla prova, di crescere, di evolvere, sorretto da quella passione e da quella creatività che da sempre sono il nostro marchio d’identità. 

La realizzazione del calendario e del catalogo ci ha impegnato a fondo, portandoci a sperimentare la stampa di cromie particolari, anche su supporti scuri, con argento e bianco coprente sovrastampati, in linea e fuori linea, con inchiostri a base di soia e a bassissimo impatto ambientale.

Anche per quanto riguarda la confezione, l’attenzione all’aspetto ecologico è stata massima: nessuna plastificazione, nessuna vernice, nessuna lavorazione che potesse coprire le caratteristiche naturali del supporto. 

In questo momento Natural Recall sta proseguendo il suo “viaggio”, germogliando su nuovi terreni: è stato a Parigi, prima con la presentazione del Book presso gli spazi della casa editrice Qupé, poi in mostra con alcune opere nell’Atelier de gravure Zec, uno spazio espositivo dedicato all’incisione, nell’ambito della mostra dedicata al lavoro calcografico di Sylvie Abélanet. 

Ha partecipato alla MILANO DESIGN WEEK, dove il Book era esposto nello stand di Favini, ed ora è volato a Mosca, con una selezione di 12 opere, che verranno esposte nella galleria dell’Università di Architettura, condividendo gli spazi con la mostra Land 25+5 dell’architetto Andreas Kipar dello studio LAND di Milano, dal 16 al 30 luglio 2015. 

Nel frattempo il calendario, ed il relativo packaging, sono stati selezionati come finalisti per il premio LUKE PACK in GREEN SHANGAY 2015 ed il Book per L’EUROPEAN DESIGN AWARDS 2015, ennesima conferma del prestigio internazionale di questo progetto, a cui siamo orgogliosi e fieri di aver partecipato. 
Ma il viaggio non è finito e nuovi capitoli di questa fantastica avventura ancora ci aspettano. Se vorrete seguirci, saremo onorati di portarvi con noi.